Welcome to New York City! 😊
Il nostro viaggio di nozze l’avevamo organizzato per vedere la west coast ma, avendo un amore infinito per questa città,
non potevamo tornare in Italia senza fare una tappa a New York.


Siamo arrivati con un volo da Los Angeles nel tardo pomeriggio e ci siamo diretti all’ “Arno Soho”, il nostro meraviglioso hotel a Soho.
La prima volta che siamo stati in questa fantastica città avevamo alloggiato ad East Harlem in un appartamento, questa volta avevamo voglia di vivere Soho, che è la zona che amo di più!
Per cena siamo stati in zona, precisamente al Blue Ribbon Brasserie, un piccolo ristorante, molto carino dove abbiamo preso due hamburger deliziosi e di alta qualità!


La mattina seguente avevo voglia di una colazione sana e leggera, così siamo stati da Chobani dove ho scelto ciotola con latte di nocciola, avena, nocciole, fragole, banane e cocco e un tè verde fresco.
La mattinata è volata subito fra le strade di Soho e di East Village.


A pranzo, sotto consiglio del mio amico chef Alessandro Ronconi, siamo stati da Spaghetti Incident, il ristorante di un suo amico trasferitosi anni fa a New York.
Scriverò un articolo dedicato e anche un’intervista su questo insolito ristorante italiano, per il momento ti dico solo che è assolutamente da provare anche se cerchi cibo da passeggio! 😍


Ci siamo persi a chiacchierare e sognare con Giovanni fino alle 16:00!
Dopo pranzo abbiamo continuato il nostro giro a Soho quando, colti dall’improvvisa tempesta, siamo rientrati in hotel un po’ fradici! 😂
Alla sera avevamo una cena importante in un ristorante due stelle Michelin, di cui mi aveva parlato il Magorabin, il Blanca.


Anche per il Blanca scriverò un articolo dettagliato per raccontarti la mia storia lì, ora mi limito a dirti che è stata un’esperienza diversa e particolare, la mia prima volta in uno chef table! 😍
Se non sai cos’è uno chef table, te lo descrivo in poche parole: è una tipologia di ristorante esclusivo che ti consente di mangiare come se fossi in cucina con gli chef. Solo 12 posti, su un unico bancone di fronte alla brigata che prepara e impiatta davanti ai tuoi occhi, per una come me praticamente un sogno! 😍


Abbiamo mangiato 16 piatti, fra cui pasta fresca, pesce, carne e anche verdure, ma non avere fretta di sapere, ho tutto il menù e te lo racconterò con emozioni e foto! 😉
La mattina seguente siamo andati alla scoperta dei veri Donuts facendo colazione al The Doughnut Project.

Questi ragazzi preparano ogni giorno decine di donuts diversi, dolci e salati, ce ne sono per tutti i gusti!
Abbiamo continuato il nostro giro prima all’interno di un mercato, poi al famosissimo Chelsea Market, un grande loft culinario ricavato dall’ex fabbrica dei biscotti Oreo; l’edificio si trova precisamente sulla 9th Avenue tra la 15th e la 16th Street.


All’interno negozi di ogni genere, uno più bello dell’altro, ristoranti e artisti da tutto il mondo.
All’ora di pranzo ero curiosissima di provare il famoso hamburger con l’aragosta, così siamo andati da Burger and Lobster. Purtroppo a pranzo non servono l’hamburger, così ho optato per le uova alla benedict con l’aragosta e una bella insalata e Marco per dei sandwich sempre all’aragosta e un’insalata.


Nel pomeriggio siamo stati a Midtown West e abbiamo ripercorso la zona delle torri gemelle, dove ora c’è la bellissima Freedom Tower.
A cena avevamo voglia di pizza, dovevamo ancora rifarci dalla delusione presa a Palm Springs, così ci abbiamo riprovato da Song’ E Napule, questa volta con successo!

Oltre alla pizza buonissima, i ragazzi sono davvero simpatici, in particolare abbiamo conosciuto Luca, che ci ha fatto sognare raccontandoci la sua storia in viaggio per il mondo.
Ogni volta che sento questi racconti sogno ad occhi aperti, se avessi il coraggio mi trasferirei domani a New York, ma è più facile a dirsi che a farsi!


Il giorno dopo era domenica e, ricordandoci della bellissima esperienza di due anni prima, siamo andati in chiesa ad assistere alla messa con il coro gospel.
La prima volta eravamo stati in una chiesa ad East Harlem, questa volta ci siamo diretti alla Brooklyn Tabernacle per vedere dal vivo uno dei cori più seguiti, pensa che ha vinto 6 Grammy Awards!


Se non hai mai visto una messa del genere ti consiglio di farlo perché è un vero spettacolo, infatti più che in chiesa sembra di essere a teatro!
La colazione quella mattina l’abbiamo fatta in coda prendendola d’asporto dal Dunkin Donuts vicino, eh sì hai sentito bene! Abbiamo fatto quasi un’ora di attesa fuori dalla chiesa! ☺️
All’ora di pranzo siamo stati da Shake Shack, un fast food decisamente di più alta qualità rispetto agli standard a cui siamo abituati. Io ho scelto un panino con il pollo e Marco un classico cheeseburger.

Dopo pranzo abbiamo camminato tantissimo a Central Park, oserei dire menomale, dopo tutto quello che abbiamo mangiato in questa vacanza! 🤦🏻‍♀️
Mi consola che in questo viaggio ho camminato tantissimo, da un minimo di 7 km ad un massimo di 15,5 km ogni giorno! 😅
Dopo una bella doccia abbiamo raggiunto Times Square per cenare da Juniors con una coppia di amici appena arrivati a New York! E indovina? Ultima cena in America = ultimo hamburger! Sì lo so, lo so, ne ho mangiati tanti, ma come potevo resistere?


La mattina seguente, pentita dalla mega cena (😂), volevo una colazione buona ma light, così ho cercato Sweets by Chloé, di una vegan chef che seguo su Instagram!
Finalmente ho assaggiato alcune delle sue creazioni e, anche se io non sono vegana e mangio tutto – come avrai notato – , ho apprezzato la bontà e la ricercatezza dei suoi dolci vegan! Ho scelto una fetta di torta con noci e cioccolato, un cupcake e un muffin matcha e mirtilli, accompagnati da un american coffee per me e coldbrew coffee, un caffè ad estrazione a freddo per Marco.


Che dirti… Ultime ore nella nostra meravigliosa ed inimitabile New York
Prima di dirigerci all’aeroporto abbiamo passeggiato a lungo in silenzio, ci siamo seduti in un parco e abbiamo guardato alcuni ragazzi giocare a pallacanestro. Com’è magica l’aria che si respira qui, ogni volta vado via con il magone.
Prima di abbandonare definitivamente la città, siamo passati a salutare Giovanni da Spaghetti Incident e, visto che ormai eravamo lì, che potevamo fare? Ci siamo mangiati un piatto di spaghetti freschi al Kale pesto (pesto di cavoli) e uno con radicchio, pinoli e pancetta! 😂


Adesso giuro che mi rimetto in riga, però dai, tutto sommato ho portato via con me solo 2 kg in più… E una valigia di acquisti! 😍
Ora sono in volo, sto tornando in Italia, ma non ho finito di viaggiare… Ci vediamo in Sardegna? 😊

By | 2018-10-21T22:04:47+02:00 Agosto 4th, 2018|Mora Experience, Senza categoria|2 Comments

2 Commenti

  1. vittorio 6 Agosto 2018 al 18:30 - Rispondi

    Il cibo sembra buono, ma a me non piacciono gli hamburger

    • Francesca 6 Agosto 2018 al 20:37 - Rispondi

      È un vero peccato perché li fanno davvero buonissimi! In ogni caso, anche se non mangi gli hamburger, ci sono tante soluzioni per tutti i gusti! ☺️

Scrivi un commento

Pin It on Pinterest

Share This