Eccoci arrivati alla prima tappa di questo super viaggio americano: Vancouver, in Canada. 🇨🇦
Tanto per cominciare posso dirti che questa città è davvero accogliente, l’unica cosa davvero imprevedibile è il clima: in una giornata sono passata dalla canottiera e i pantaloncini, alla felpa con i jeans e alla sera cappottino e sciarpa di cotone! 😂


Per certi versi mi ha ricordato New York, anche se molto più piccola e meno trafficata.
Ma parliamo di cibo che, come sai, è il mio argomento preferito!
Siamo arrivati in hotel (Hyatt Regency) nel tardo pomeriggio ma, dopo la cena in volo, non avevo nessuna voglia di mangiare ancora! 😁


La mattina dopo abbiamo fatto colazione da Breka Backery on Bute e devo dire che mi ha soddisfatta parecchio! Abbiamo preso un caffè e un cappuccino da bere e da mangiare un Long John Donut (che ha lo stesso impasto dei classici donut di Homer Simpson) e un Copenaghen composto da una base di pasta sfoglia, sopra un impasto soffice a forma di rosa con crema pasticciera e la superficie glassata, una vera e propria goduria, lasciamelo dire! 😂 Entrambi di dimensioni notevoli per veri professionisti della colazione!

Poco più tardi ci siamo immersi nel centro della città, una cosa che ho notato subito è il continuo profumo di cibo per le strade!
Passando per Gastown, siamo arrivati al cuore del quartiere China Town, (il 60% della popolazione di Vancouver è orientale), mi sono persa nel mercato Sunrise Market che offriva di tutto e di più, ho trovato frutta e verdura ma viste prima!
Dopo aver chiacchierato un po’ con una signora cinese che ci ha dato qualche info su alcuni alimenti tipici e qualche consiglio sulle zone di Vancouver da non visitare, ci siamo diretti al giardino cinese Dr Sun Yat Sen Park, assolutamente da vedere se passi di qui!


Finita la visita, passeggiando per le vie, casualmente ci siamo trovati di fronte a Meat and Bread proprio all’ora di pranzo! Era un posticino segnato negli appunti, un locale molto carino con social table al centro e varie opzioni di panini con carne. Io ho scelto l’opzione con il pollo piccante, le carote e il sedano, super delizioso e… Neanche troppo porcata dai! 😁 Marco, invece, ha optato per il panino con la porchetta e la salsa verde, che rende famoso il posto.


Qui a Vancouver mangiano molto presto, alla sera abbiamo optato per Momo Sushi, un ristorante giapponese molto buono con prezzi abbordabili, così come il resto dei posti in cui abbiamo mangiato.
La mattina seguente ci siamo svegliati tardi e siamo andati dritti al Capilano Suspension Bridge Park, un parco pazzesco dove abbiamo attraversato un ponte sospeso che oscilla a destra e sinistra a 70 metri da terra! 😱


Per pranzo abbiamo deciso di fermarci lì attratti da un posticino molto carino, dove ho scelto qualcosa di leggero, ma gustoso: insalata con salmone alla griglia, pomodorini, feta, mandorle e semi di papavero… Buonissima anche se non molto economica! 😋
Nel pomeriggio 10 km in bicicletta a Stanley Park fra oceano e grattacieli per prepararci alla cena, certamente un po’ calorica ma irrinunciabile, da Red Robin per un buon hamburger gourmet!


Da buona forchetta quale sono, non ho saputo resistere al The Grand Brie, hamburger di black angus, formaggio brie, marmellata balsamica di fico, bacon croccante (non ditelo a mia mamma!), fresca insalata e una goccia di maionese, tutto all’interno di un morbido Pan brioche. Ci ha servito Liam, un ragazzo gentilissimo e premuroso che ha saputo consigliarci perfettamente!
Si conclude così questa prima tappa, domani mattina si parte per San Francisco!

Stay tuned! 😉

By | 2018-10-21T22:06:03+02:00 Luglio 12th, 2018|Mora Experience, Senza categoria|0 Commenti

Scrivi un commento

Pin It on Pinterest

Share This