Un po’ di colore in cucina con le mie crêpes!

Eccomi di nuovo, la Bionda nella cucina della Mora. 😀 Ci ho preso gusto a cucinare qui da Foodgraphy!
M’ispira tantissimo questa cucina, non te l’ho raccontato la scorsa volta, saranno i colori o forse il fatto che mi fa sentire a casa. Visto che mi concede questa bellissima location per creare qualcosa di buono, oggi condivido con te questa ricetta, che è stata testata sulla Mora e il Moretto che sono ancora vivi, quindi la puoi preparare anche tu! 😁

Ti faccio una domanda: qual’è il piatto che ti ricorda l’infanzia?

Per me sono le crêpes di mia mamma.

La culla delle crêpes francesi è la Bretagna, fonti storiche svelano che le prime crespelle fossero fatte di farina di grano saraceno (e parliamo del tredicesimo secolo), in Francia sono diventate famose nel diciannovesimo secolo, quando la farina è diventata accessibile a tutti i livelli sociali e non solo ai ricchi. Oggi, le crêpes traforate e trasparenti sono uno dei piatti nazionali più amati in Francia: le puoi trovare sia dolci che salate, con tantissime varianti dalle salse per guarnire ai diversi ripieni.

Adesso ti svelo tutti dettagli e i segreti della loro preparazione! 😉
Innanzitutto, hai bisogno di una ricetta valida e comprovata, senza la quale puoi sperimentare a lungo e non ottenere un buon risultato. E detto questo ti posso dare una buona notizia: la ricetta delle crespelle perfette, testata per tanti anni, è proprio di fronte a te!

Questa è la mia ricetta preferita che non tradisco mai, perché me l’ha insegnata mia mamma ❤️
Le crespelle vengono molto gustose, sottili, tenere ed elastiche.

Per preparare le crêpes sottili e dal gusto delicato, non hai bisogno delle abilità di uno chef esperto e di attrezzature sofisticate. Ci vorrà solo un po’ di pazienza, un pizzico di coraggio e la tua immaginazione per abbinare i ripieni.

Ingredienti:

  • 80 gr di spinaci freschi
  • 3 uova
  • 280 gr di farina integrale
  • 500 ml di latte (anche senza lattosio)
  • 3 cucchiai di olio di semi di girasole
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 2 cucchiaini di sale
  • acqua

Preparazione:

In un recipiente mescola le uova con lo zucchero e il sale aiutandoti con una frusta o con la forchetta (importante: non devi sbatterli, ma solo mischiare). Aggiungi 200 ml di latte e mescola ancora. Adesso, poco alla volta, (il trucco delle ottime crespelle è proprio qui), devi aggiungere la farina e mescolare bene il composto, deve essere sempre liscio e senza agrumi. La consistenza del composto deve essere densa, come uno yogurt greco intero, hai presente?
Nel bicchiere del frullatore a immersione metti 80 gr di spinaci, aggiungi 50 gr di acqua a temperatura ambiente e frulla finché non diventa omogeneo.
Dopo che hai finito tutta la farina puoi versare il resto del latte e poi gli spinaci che hai frullato, mescola bene il tutto. Ora la consistenza cambierà, deve diventare più liquida.

Ultimo tocco e ci siamo! Aggiungi l’olio di semi di girasole e mescola ancora. Copri il composto con una pellicola e lascia a riposo per 20′. Scalda la padella per le crêpes (preferibilmente antiaderente) e ungila con un sottile strato di olio vegetale.

Consiglio: puoi spargere l’olio sulla padella con una patata pulita e tagliata a metà, puoi tenerla con una  forchetta, bagnala nell’olio e passala sul fondo della padella.

La prima crespella è sempre di prova, ricorda che l’impasto deve essere mescolato ogni volta prima di versarlo sulla padella. Prendi mezzo mestolo di composto e mettilo al centro della padella, spalmalo rapidamente su tutta la superficie per ottenere uno strato sottile, girando leggermente la padella (se noti che il composto ha difficoltà a spargersi sulla padella aggiungi un po’ d’acqua, mescola bene e riprova, deve scivolare bene). Quando i bordi dell’impasto iniziano a seccarsi leggermente, con cura gira la crêpes con una spatola larga e sottile dall’altra parte, ci mette un’attimo, quindi non allontanarti 😂
Passiamo alla farcitura. Dato che io e La Mora avevamo tanta fame (stranamente 😀 ) abbiamo optato per il salmone affumicato e la provola affumicata. Se non ti piacciono questi ingredienti, puoi scegliere la farcitura che preferisci, personalmente a me piacciono anche con i funghi champignon saltati in padella oppure con petto di pollo e asiago.

Una volta farciti, posizionali in una teglia e inforna, aggiungendo prima delle noci di burro (non farti vedere dalla Mora però 😀 )  e lascia la temperatura a 100° finché non vedi il burro ben sciolto.

Puoi servirli lisci oppure con dello yogurt greco o della panna acida.

Buon appetito allora e alla prossima ricetta!
La Bionda 😉

Credits foto @foodgraphyitalia

By | 2020-04-06T23:40:31+00:00 aprile 6th, 2020|Ricette&Co., Senza categoria|0 Commenti

Scrivi un commento

Pin It on Pinterest

Share This